Don’t stay stopped to watch

wpcReport della mobilitazione del 21 Settembre organizzata dal Comitato Contro la Guerra Milano alla Prefettura di Milano sul sito del Consiglio Mondiale Della Pace (World Peace Council):

The Commitee against the war Milan on 21th September organized a mobilization in front of the prefecture of Milan to deliver a letter to the Italian government about the missile attack against Syria and for the Russian airplane that was shot down. Report Video: https://youtu.be/kKoBp1D2s8g

This is the letter:

To His Excellency the Prefect of Milan,

with request to send it to

The President of The Council of ministers Giuseppe Conte

The Subsecretary to the Presidency of the Council of ministers Giancarlo Giorgetti

The Vicepresident of the Council of Ministers Luigi Di Maio

The Vicepresident of the Council of Ministers Matteo Salvini

The Defence Minster Eisabetta Trenta

The Foreign Minister Enzo Moavero Milanesi

We are citizens lovers of peace. We are aware that often the massmedia conceal us the truth.

On the evening of september 17th a missile attack started against Syria by warships of various nationalities including France ; at the same time israeli planes violated the syrian aerial space by making raids on this country.

During this deprecable and dirty job against a people already tormented upon which heavy sanctions weigh since years, a russian plane was shot down . On board of it there were 15 people. They are all dead.

We cannot pretend that nothing happened. The danger of a ravanging war is rising more and more.

WE ASK THE ITALIAN GOVERNMENT:

1)whether there was an involvement of any kind of Italy – even only logistical – in this war action contrary to International Law;

2)to condemn this war action for which there is no excuse;

3) to proceed to suspend immediately the sanctions which are affecting Syria and its people exactly while a great effort is being made to rid the Country of terrorists coming from countries even remote.

Waiting for a kind reply, best regards

Commitee Against The War Milan

http://www.wpc-in.org/news/dont-stay-stopped-watch

Annunci

Non stiamo fermi a guardare: mobilitazione contro la guerra! Report e video

Come nelle intenzioni ci siamo ritrovati in Piazza S. Babila. Non ci è stato permesso di muoverci verso la Prefettura.Abbiamo sciolto il presidio. È stato un po’ complicato ma alla fine una “delegazione” ha raggiunto la Prefettura, abbiamo dunque consegnato nelle mani del Capo di Gabinetto la lettera con la quale ci rivolgiamo al Governo. Lettera che vi chiediamo di condividere e rilanciare, poiché il lavoro iniziato dovrà continuare per diffondere questa idea e far tornare a crescere un vero movimento che pretenda dal nostro Paese quella funzione dettata dalla sua Carta Costituzionale e fissata con l’art.11.

lettera al Governo sulla Siria

Breve video della mobilitazione:

La guerra è contro i lavoratori, non un soldo per la guerra!

Chiamiamo all’appello contro la guerra: Non stiamo fermi a guardare!

MOBILITAZIONE – VENERDÌ’ 21 SETTEMBRE

ORE 18.00 IN PIAZZA SAN BABILA – MILANO

Siamo cittadini amanti della pace, sappiamo che spesso i mezzi di comunicazione ci nascondono la verità.

F-16-israelianiLa sera di lunedì 17 settembre dal Mediterraneo è partito un attacco missilistico, contro la Siria, proveniente da navi di varia nazionalità, tra cui francesi; al contempo aerei israeliani violavano per l’ennesima volta lo spazio aereo siriano, compiendo incursioni su quel Paese.

Durante questo deprecabile e sporco lavoro, contro un popolo già martoriato su cui gravano da anni pesanti sanzioni, è stato abbattuto un aereo russo, a bordo del quale erano 15 persone. Tutti morti.

Non possiamo far finta di niente, il pericolo di una guerra devastante si sta aggravando sempre di più.

CHIEDIAMO AL GOVERNO ITALIANO:

1) se vi sia stato un nostro coinvolgimento di qualsiasi tipo, anche logistico, in una azione militare come questa, contraria al Diritto Internazionale;

2) che condanni questa azione bellica, per la quale non esiste giustificazione;

3) di procedere alla sospensione immediata delle sanzioni che stanno colpendo la Siria ed il suo popolo, proprio mentre sta compiendo un grande sforzo volto a liberare il Paese da terroristi che provengono da altre nazioni, anche lontane.

Ci troviamo alle 18.00 venerdì 21 settembre a Milano,

in piazza San Babila.

Porteremo in Prefettura una lettera

con queste tre richieste rivolte al Governo.

Milano, 19 settembre 2018                               Comitato Contro La Guerra Milano

COMITATO CONTRO LA GUERRA MILANO
FB facebook.com/comitato.milano.5
EVENTO: www.facebook.com/events/289013258581147/
E-MAIL comitatocontrolaguerramilano@gmail.com
CELL. 338-3899559

Hanno ad ora aderito alla mobilitazione: L’Antidiplomatico, Comitato Ucraina Antifascista Bologna, Partito Comunista (Federazione di Milano), La Casa Rossa Milano.

Non stiamo fermi a guardare. Mobilitazione contro la guerra

Presidio in ricordo di Alexandr Zakharchenko

Milano, 4 settembre 2018

Presidio in ricordo di Alexandr Zakharchenko, Presidente della Repubblica Popolare di Donetsk, vilmente assassinato dai nazisti di Kiev e dalla NATO.

IL VIDEO:

LE FOTO:

Per Zakharchenko, ucciso dai nazisti di Kiev e dalla NATO

MILANO, PRESIDIO MARTEDÌ 4 SETTEMBRE ORE 18.30

IN PIAZZALE LORETO DAVANTI ALLA STELE DEI 15 MARTIRI

ZakharchenkoCon l’assassinio di Aleksandr Zakharchenko, Presidente della Repubblica Popolare di Donetsk eletto nel 2014 con oltre il 75% dei consensi, la Resistenza in Donbass subisce un ennesimo duro colpo da parte delle forze neonaziste di Kiev insediatesi in seguito al golpe ucraino partito con Euromaidan nel 2013. Stati Uniti e NATO hanno diretto e sostenuto il golpe, con il benestare della Unione Europea, del Fondo Monetario Internazionale, del noto guerrafondaio senatore neocon John McCain, defunto in questi giorni, e del “filosofo” sionista Bernard-Henri Levy.

Mentre è conosciuto nel nostro Paese l’appoggio istituzional-diplomatico arrecato al governo di Kiev dai ben noti Gianni Pittella, parlamentare europeo del PD, Emma Bonino, eletta per il Senato con la lista “Più Europa”, Lia Quartapelle, eletta alla Camera dei Deputati per il PD.

L’attentato contro Zakharchenko, ucciso da un’esplosione in un bar del centro di Donetsk, nel tardo pomeriggio del 31 agosto, segue l’assassinio di altri uomini, molto amati nel Donbass, come Givi (2017), Motorola (2016), Mozgovoj (2015).

Il Comitato Contro La Guerra Milano invita quindi le organizzazioni democratiche, i sinceri antifascisti amanti della pace e soprattutto i lavoratori a portare il loro saluto martedì 4 settembre alle 18.30 in piazzale Loreto, angolo via Andrea Doria, davanti alla Stele dei 15 Martiri, dove ricorderemo i Caduti per la Resistenza del Donbass.

Consapevoli che il “lavoro sporco” sta accelerando proprio in queste ore anche in Siria, una pressione pericolosa, dunque, che va dalla Siria al Donbass spingendosi verso Est, come dire Russia e Iran.

Perché la guerra è contro i lavoratori e tocca ai lavoratori fermarla.

COMITATO CONTRO LA GUERRA MILANO
FB facebook.com/comitato.milano.5
E-MAIL comitatocontrolaguerramilano@gmail.com
CELL. 338-3899559

Locandina Zakharchenko

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: