Comunicato del Comitato contro la guerra Milano sulla manifestazione – presidio dell’8 giugno 2013

DCIM100MEDIA

Manifestazione riuscita quella di oggi [ieri per chi legge, ndr], convocata presso il Consolato USA di Milano. Diversi i messaggi e gli interventi: Marinella Correggia, giornalista e attivista no war appena tornata dalla Siria ha evidenziato il ruolo nefasto dei media e di certa sinistra nella contraffazione della realtà. Interventi applauditi anche quelli dall’Associazione Stella Alpina (che salvaguardia la memoria Partigiana), Maurizio Musolino del Dipartimento esteri del PdCI, seguono l’intervento della militante del movoùimento contro le basi militari americane in Sardegna, di Michele Michelino del Centro di Iniziativa proletaria e di Leonardo Cribio Cosigliere di Zona 9 del PRC. Intercalati agli interventi i messaggi pervenuti al Comitato: dal Partito Comunista Siriano impegnato nella lotta patriottica per la sovranità della Siria contro l’intervento imperialista occidentale e delle petromonarchie del golfo, dal Partito Comunista della Turchia attore in campo delle lotte antigovernative di questi giorni, di Padre Sabatini parroco di San Gemini, e dell’ambasciatore delle Kraine il Compagno Bescapè che ricorda che la guerra alla Jugoslavia è la capofila del nuovo intervento distruttivo imperialista. Tutti gli interventi stigmatizzano la posizione filoimperilista del governo italiano e le sue gravi responsabilità, sottolineando che gli impegni nelle guerre imperialiste oltre ad essere una violazione inaccettabile dell’indipendenza nazionale sottraggono risorse vitali per i servizi sociali ai lavoratori.Durante la manifestazione è stato osservato un minuto di silenzio in memoria della giovane giornalista Yara Abbas, colpita dal fuoco delle bande armate filoimperialiste La guerra è contro i lavoratori, i lavoratori si devono impegnare in una lotta strenua contro le guerre!Comitato Milano

Annunci