Il 22 gennaio, sotto l’ egida dell’ONU, si terrà a Montreux l’ attesa Conferenza sulla guerra siriana denominata “Ginevra2”

Il 22 gennaio a Montreux, e non a Ginevra come previsto, si svolgerà la Conferenza di Pace sulla guerra siriana. Saranno presenti le Nazioni Unite, con il segretario generale Ban Ki moon, l’ Unione Europea, la Lega Araba e l Organizzazione per la Cooperazione islamica; insieme a queste istituzioni e ad alcune (non tutte) parti siriane contrapposte, ci saranno 28 paesi, rappresentati in linea di massima dal loro ministro degli esteri. Questi i presenti:

  • -I cinque paesi membri permanenti del Consiglio di Sicurezza ONU: Russia, Usa, Francia, Gran Bretagna, Cina
  • -Molti paesi medio orientali e nord africani: Arabia saudita, Qatar, Emirati arabi uniti, Oman, Algeria, Marocco, Libano, Giordania, Irak, Turchia,
  • -Alcuni paesi europei:Italia, Germania, Svizzera, Svezia, Danimarca, Norvegia, Spagna,
  • -I paesi che con Cina e Russia compongono il Brics, il blocco delle potenze emergenti:
  • India, Brasile, Sudafrica,
  • -Altri tre grandi paesi: Giappone, Canada, Indonesia,

Il 24 gennaio a Ginevra nella sede ONU è in programma il primo incontro ufficiale tra delegazioni del governo di Damasco e dell’ opposizione siriana.

Alla presenza di Ladkhar Brahimi, incaricato dall’ Onu e dalla Lega Araba per la crisi siriana, saranno per la prima volta allo stesso tavolo il governo siriano e i rappresentanti di chi ormai da due anni cerca di spodestarlo. La delegazione del governo sarà guidata dal ministro degli esteri Maullem, mentre non conosciamo ancora la composizione della delegazione dell’ opposizione, nonostante Brahimi avesse indicato il 27 dicembre come l’ ultima data utile per comunicare i nomi dei presenti.I futuri passi dopo il 24 gennaio non sono ancora definiti e dipenderanno da come andranno i passaggi precedenti.

[Leggi tutto…]

Annunci