COMUNICATO DEL COMITATO CONTRO LA GUERRA MILANO DELL’11 GENNAIO 2017

Si sono venute a creare circostanze che hanno determinato la necessità di una riflessione.
Non si può essere contro il governo di Kiev, poiché annovera ministri filonazisti, senza essere al tempo stesso antifascisti nel nostro Paese…
È questo un momento in cui sempre più spesso, anche dai lavoratori, si sente dire che viviamo in un “mondo rovesciato”. Secondo alcuni la questione dell’antifascismo, in questi tempi dove “non c’è più destra e non c’è più sinistra”, sarebbe in via di “dissolvenza”. Per noi questo non vale.

Da quando è sorto nel 2012, il Comitato Contro la Guerra Milano, mantenendo una sua linea di coerenza, non ha mai cessato di chiamarsi così, né al suo interno se ne è mai posta la questione: intelligenti pauca.

Annunci