Archivi tag: comunicato

Mobilitazione antifascista di sabato 23 marzo: ci saremo.

presidio sabato 23 marzo 19

Precisando che siamo lontani dalle manifestazioni del PD, alle quali si è voluto talvolta attribuire un antifascismo, che consideriamo però “di maniera” ed insincero, poiché nel corso degli anni il PD ha messo in atto una politica che ben poco ha a che fare con l’emancipazione dei lavoratori e la giustizia sociale, la mattina di sabato 23 marzo 2019 saremo presenti al presidio antifascista che si terrà al Cimitero Monumentale.

Per l’occasione prevediamo la presenza dello striscione intitolato alla Brigata Garibaldi Immortale; a tale proposito siamo convinti che non occorrano molte parole per dire qualcosa sullo spirito che ci pervade.

Sapendo che è un nostro preciso dovere, ci saremo e chiediamo ai compagni a noi vicini di aderire.

Annunci

Comunicato del COSI Venezuela per la difesa della sovranità, dell’indipendenza e dell’autodeterminazione

cosi

Caracas, 9 gennaio 2019

Per la difesa della sovranità, dell’indipendenza e dell’autodeterminazione

Il Comitato per la Solidarietà Internazionale e la Lotta per la Pace (COSI, Venezuela), membro del Comitato Esecutivo del Consiglio Mondiale della Pace (World Peace Council), esprime il suo più fermo rifiuto e condanna le dichiarazioni interventiste dell’autoproclamato “Gruppo di Lima”, che in forma servile e subordinata agli interessi dell’imperialismo Nord Americano, ha intrapreso una serie di azioni che approfondiscono l’escalation di attacchi contro il nostro paese.
Le recenti dichiarazioni del gruppo di Lima violano i più elementari principi del diritto internazionale, e il loro obiettivo principale è creare le condizioni soggettive per giustificare ogni azione interventista che minacci la pace e la stabilità sia del Venezuela che del continente Latino americano.
Continua a leggere

Non stiamo fermi a guardare: mobilitazione contro la guerra! Report e video

Come nelle intenzioni ci siamo ritrovati in Piazza S. Babila. Non ci è stato permesso di muoverci verso la Prefettura.Abbiamo sciolto il presidio. È stato un po’ complicato ma alla fine una “delegazione” ha raggiunto la Prefettura, abbiamo dunque consegnato nelle mani del Capo di Gabinetto la lettera con la quale ci rivolgiamo al Governo. Lettera che vi chiediamo di condividere e rilanciare, poiché il lavoro iniziato dovrà continuare per diffondere questa idea e far tornare a crescere un vero movimento che pretenda dal nostro Paese quella funzione dettata dalla sua Carta Costituzionale e fissata con l’art.11.

lettera al Governo sulla Siria

Breve video della mobilitazione:

Per Zakharchenko, ucciso dai nazisti di Kiev e dalla NATO

MILANO, PRESIDIO MARTEDÌ 4 SETTEMBRE ORE 18.30

IN PIAZZALE LORETO DAVANTI ALLA STELE DEI 15 MARTIRI

ZakharchenkoCon l’assassinio di Aleksandr Zakharchenko, Presidente della Repubblica Popolare di Donetsk eletto nel 2014 con oltre il 75% dei consensi, la Resistenza in Donbass subisce un ennesimo duro colpo da parte delle forze neonaziste di Kiev insediatesi in seguito al golpe ucraino partito con Euromaidan nel 2013. Stati Uniti e NATO hanno diretto e sostenuto il golpe, con il benestare della Unione Europea, del Fondo Monetario Internazionale, del noto guerrafondaio senatore neocon John McCain, defunto in questi giorni, e del “filosofo” sionista Bernard-Henri Levy.

Mentre è conosciuto nel nostro Paese l’appoggio istituzional-diplomatico arrecato al governo di Kiev dai ben noti Gianni Pittella, parlamentare europeo del PD, Emma Bonino, eletta per il Senato con la lista “Più Europa”, Lia Quartapelle, eletta alla Camera dei Deputati per il PD.

L’attentato contro Zakharchenko, ucciso da un’esplosione in un bar del centro di Donetsk, nel tardo pomeriggio del 31 agosto, segue l’assassinio di altri uomini, molto amati nel Donbass, come Givi (2017), Motorola (2016), Mozgovoj (2015).

Il Comitato Contro La Guerra Milano invita quindi le organizzazioni democratiche, i sinceri antifascisti amanti della pace e soprattutto i lavoratori a portare il loro saluto martedì 4 settembre alle 18.30 in piazzale Loreto, angolo via Andrea Doria, davanti alla Stele dei 15 Martiri, dove ricorderemo i Caduti per la Resistenza del Donbass.

Consapevoli che il “lavoro sporco” sta accelerando proprio in queste ore anche in Siria, una pressione pericolosa, dunque, che va dalla Siria al Donbass spingendosi verso Est, come dire Russia e Iran.

Perché la guerra è contro i lavoratori e tocca ai lavoratori fermarla.

COMITATO CONTRO LA GUERRA MILANO
FB facebook.com/comitato.milano.5
E-MAIL comitatocontrolaguerramilano@gmail.com
CELL. 338-3899559

Locandina Zakharchenko

Comunicato

Il Comitato Contro la Guerra Milano condanna il vile attentato contro il Presidente della Repubblica Bolivariana del Venezuela, Nicolas Maduro, ed esprime la propria solidarietà al governo e al popolo venezuelano.

Così come espresso all’esito delle elezioni venezuelane svolte il 15 ottobre 2017 [1] e all’assemblea tenuta all’Università degli Studi di Milano il 18 novembre 2017 [2] con la votazione del documento in solidarietà al governo venezuelano, ribadiamo anche in queste ore il sostegno incondizionato al governo di Maduro, erede del comandante Hugo Chavez.

cclgm 1