Archivi tag: comunicato

Per il rispetto della causa palestinese

Il Comitato Contro La Guerra Milano si riconosce nel comunicato del PCPS (https://comitatocontrolaguerramilano.wordpress.com/2017/12/11/comunicato-del-pcps-comitato-palestinese-per-la-pace-e-la-solidarieta), membro del World Peace Council (Consiglio Mondiale per la Pace).

E’ dunque imbarazzante per noi vedere come, in occasione del presidio tenutosi a Milano il 9 dicembre contro la decisione degli Stati Uniti di riconoscere Gerusalemme come capitale di Israele, si possano mostrare le bandiere di presunti “eserciti liberi” addestrati proprio dagli USA e che hanno goduto del sostegno di guerrafondai come il senatore John McCain nonché del supporto di Israele, che ha curato nei propri campi ospedalieri, nel Golan occupato, i cosiddetti “ribelli siriani” feriti in battaglia.

9dic17Milano

Ciò costituisce una grave provocazione contro il codice di onestà e coerenza a cui dovrebbero ispirarsi tutti i sinceri progressisti che sono in difesa dell’emancipazione della Palestina.

A più riprese, dal 2013, la causa palestinese è stata strumentalizzata da organizzazioni vicine al Free Syrian Army, esercito mercenario formato nel 2011 per combattere il governo siriano, e i cui miliziani sono spesso confluiti tra le fila di al-Nusra, di ISIS e poi all’interno delle forze curde nel Nord della Siria, a seconda della convenienza strategica di fronte ai meriti ottenuti dall’Esercito Arabo Siriano nella lotta contro il terrorismo.

Permettere che certe bandiere compaiano ancora nelle mobilitazioni pro-palestinesi significa non voler comprendere che l’eventuale disgregazione di Paesi come la Siria, così come l’Iran, da parte dell’alleanza tra Stati Uniti, Israele e Arabia Saudita, sarebbe disastrosa per la stessa Palestina.

Le organizzazioni più coerenti, come il Fronte Popolare per la Liberazione della Palestina (FPLP), si sono espresse più volte sulla questione e sanno bene da che parte stare: con l’Asse della Resistenza, che comprende la Siria nella sua integrità e la rispettiva bandiera panaraba con le due stelle verdi.

Comitato Contro La Guerra Milano

Annunci

Comunicato del Comitato Esecutivo del WPC, Hanoi, 23-25 ​​novembre 2017

Traduzione a cura di Roberta Fildani per il Comitato Contro la Guerra Milano

La riunione del Comitato Esecutivo (CE) del WPC si è svolta con successo nella capitale della Repubblica Socialista del Vietnam, ad Hanoi, dal 23 al 25 novembre, ospitata dal Comitato per la Pace del Vietnam. Alla prima riunione del  CE dopo l’Assemblea Mondiale del WPC del 2016 a Sao Luis /Brasile hanno partecipato 44 delegati che rappresentavano 26 organizzazioni provenienti da altrettanti paesi.

Il CE ha dedicato una sessione speciale al centenario della Grande Rivoluzione Socialista d’Ottobre e al suo servizio alla lotta per la pace, come deciso dall’ultima Assemblea del WPC. La conclusione fondamentale dell’incontro è stata che questo straordinario e significativo evento del 20° secolo ha cambiato il corso dell’umanità e ha aperto la strada a ulteriori trasformazioni e rivoluzioni sociali, economiche e politiche, dimostrando che la lotta della gente può vincere e creare nuove società libere da dominio imperialista e sfruttamento. Pertanto la Rivoluzione d’Ottobre rimane una fonte d’ispirazione per i popoli.

Tenendo il nostro CE nella capitale del Vietnam, Hanoi, esprimiamo il nostro profondo rispetto e apprezzamento al popolo vietnamita, che ha combattuto vittoriosamente contro i fascisti giapponesi e i colonialisti francesi e contro gli imperialisti statunitensi nelle loro guerre in Vietnam, e che hanno ottenuto notevoli risultati nella costruzione del Socialismo e dello sviluppo nazionale, nonostante le conseguenze della guerra che perdurano tuttora, tra cui milioni di vittime grazie al tossico “Agente Arancio”, usato allora dall’esercito americano. Il WPC esprime tutta la sua solidarietà al popolo vietnamita per tutto quanto sopra.

Continua a leggere

Assemblea “Latinoamerica: emancipazione, giustizia sociale e relazioni internazionali”

Di seguito il testo e il video del documento votato all’unanimità dall’affollata assemblea promossa a Milano dal Comitato Contro la Guerra Milano e Casa Rossa:
“L’assemblea tenutasi all’Università degli Studi di Milano in data 18 novembre 2017 esprime solidarietà e appoggio al Governo della Repubblica Bolivariana del Venezuela. Esprime anche l’auspicio che esso stesso possa conseguire gli obiettivi che si è prefissato in tema di emancipazione, libertà e giustizia sociale.”



009007001

Comunicato sulle elezioni in Venezuela

Chavez, Castro e MoralesDomenica 15 Ottobre 2017 il Popolo Venezuelano, ancora una volta, ha dato al mondo l’ennesima lezione di Democrazia, riconfermando il cammino verso la pace e la libertà, già ampiamente espresso lo scorso 30 Luglio per l’elezione della Assemblea Nazionale Costituente, con la sua ferma volontà di riaffermare la propria sovranità contro le aggressioni imperialiste degli Stati Uniti e della Unione Europea, che senza vergogna appoggiano e continueranno ad appoggiare l’oligarchia e i fascisti venezuelani.

Si sono recati alle urne oltre 11 milioni di cittadini, il 61,14% dei venezuelani aventi diritto, l’affluenza più alta mai registrata per le elezioni Regionali.

Il Gran Polo Patriottico, il blocco dei candidati e dei partiti che appoggiano il Governo del Presidente Nicolas Maduro, si è aggiudicato, con il 54% dei consensi, 18 regioni su 23.

Hector Rodriguez del Partito Socialista Unito del Venezuela (PSUV) sarà il nuovo Governatore dello stato Miranda; con 622.226 voti, pari al 52,54% ha strappato alla destra il suo stato simbolo, quello che comprende l’Est di Caracas dove risiedono la gran parte dei leader dell’opposizione e dove è stata orchestrata la campagna di violenze degli ultimi mesi, oltre ad essere il luogo da dove sono partiti tutti i tentativi eversivi degli ultimi 19 anni.

Proprio in queste ore, mentre si stanno definendo i dati  di questa tornata elettorale, è già incominciato lo show mediatico degli sconfitti che non riconoscono, come sempre avviene dal 1998, la vittoria contundente del Chavismo. Su 24 elezioni ne hanno riconosciute soltanto 2, quelle dove non ne sono usciti sconfitti.

Il Venezuela ha reimboccato la sua strada per la libertà, fatta di partecipazione popolare, a dispetto delle sanzioni USA e UE, delle loro ingerenze e del clima di terrore e violenza delle squadracce al soldo dell’imperialismo di rapina.

Con un pensiero rivolto a quei paesi così duramente colpiti per non avere voluto piegarsi al dominio, come la Jugoslavia, l’Iraq, la Libia e la Siria, rivolgiamo un appello ai sinceri democratici di sostenere davvero l’indomita Repubblica Bolivariana del Venezuela.

Con una vittoria popolare così, che fa giustizia delle menzogne e della disinformazione, il Comitato Contro la Guerra Milano e la Casa Rossa Milano sono felici di pubblicare questo comunicato e inviano un saluto ai compagni e agli amici venezuelani.

CHAVEZ SI

MADURO SI

YANKEE NO

Comitato Contro la Guerra Milano
Casa Rossa Milano

8 aprile 2017: presidio del CCLGM davanti al Consolato USA di Milano

Abbiamo aderito senza riserve alla dichiarazione del Consiglio Mondiale della Pace sull’attacco missilistico USA contro la Siria, chiamando all’appello per un presidio davanti al Consolato degli Stati Uniti in Milano.
Confidiamo che la verità prevalga, anche attraverso il contributo di coloro che non si sono ancora rassegnati, nonostante la disinformazione abbia raggiunto livelli notevolissimi.
Non ci sfugge che la Tour Eiffel verrà oscurata per i morti di Svezia, mentre per quelli di San Pietroburgo si è dimostrata miope e colpevole indifferenza.
Dispiace rinvenire in questo clima una ispirazione che, già in passato, ha portato il mondo in un conflitto che divenne mondiale.
Di seguito alcune immagini del presidio
primasecondaquintaquarta